Multisensori ACD Hochiki

Multisensori ACD Hochiki


I sistemi di rilevazione fumi e incendi vengono progettati e installati per ambienti ad elevato rischio come le industrie, le celle frigorifere, i complessi alberghieri, gli ospedali, i centri commerciali e sono composti da una serie di periferiche d'allarme che rilevano o segnalano l'incendio in corso. Questi sensori tecnologicamente avanzati rivelano la presenza di fumi o variazioni di calore e sono in grado di stabilire anche lo stadio dell'incendio.
NSC Italia, essendo costruttore di centrali antincendio, collabora da sempre con le più grandi aziende costruttrici di sensoristica. In tanti anni abbiamo selezionato i prodotti migliori sul mercato e creato un sistema di sinergie per garantire ai nostri clienti sistemi di massima funzionalità. Naturalmente ogni sistema è garantito e certificato dalla normativa EN54.13.

Disponiamo di impianti rilevatori di fumi e incendi con:
  • Rilevatori ottici di fumo
  • Rilevatori di fumo a ionizzazione
  • Rilevatori a campionamento
  • Rilevatori di fiamma
  • Rilevatori di temperatura
Collaboriamo con le prestigiose realtà Apollo e Hochiki delle quali integriamo completamente i protocolli di comunicazione, in modo da poter sfruttare appieno tutte le funzionalità dei dispositivi.

Hochiki, in particolare, ha appena realizzato un nuovo multisensore con rivelatore di CO, il suo nome è ACD ed è il più sofisticato multisensore Hochiki presente fino a oggi sul mercato. Questo prodotto rivoluzionario offre ben 24 modalità di funzionamento certificate EN54 tra cui combinazioni di rivelazione fumo, calore a temperatura fissa, termovelocimetrico, rivelazione di CO e riconoscimento della tossicità di COHB.

Tutto questo lo rende ideale per un'ampia varietà di applicazioni.
Tradizionalmente la rivelazione di CO viene integrata in un multisensore per migliorare la rivelazione rapida di incendi a fuoco lento: ACD è in grado di riconoscere anche la minaccia di avvelenamento tossico da monossido di carbonio. L'intossicazione da monossido di carbonio può avvenire a seguito di un'improvvisa elevata esposizione al CO o di un'esposizione prolungata nel tempo. ACD monitora quindi entrambi i criteri e segnala una condizione di allarme se uno dei due scenari è in atto.

ACD possiede la migliore tecnologia per la riduzione dei falsi allarmi, selezionando una delle modalità con la funzione "riduzione dei falsi allarmi" +RFA.
Il sensore regola automaticamente la sensibilità dell'elemento ottico nel tempo, modificandola in funzione delle caratteristiche del suo ambiente circostante, a partire dal momento dell'installazione.
ACD vanta un algoritmo altamente sofisticato che controlla continuamente il valore analogico leggendo una serie di campionamenti multipli dell'ambiente e calcolando un valore medio.
Questo valore di media dinamica viene memorizzato nel tempo dal sensore per determinare il valore di riferimento delle condizioni ambientali.
L'algoritmo viene chiamato "adattamento dinamico del tempo medio di risposta", in breve SMART, dalle iniziali in inglese "suitable moving average time".
Se non viene rilevata alcuna attività transitoria, entro un determinato periodo di tempo, il numero di campioni inutili usati per calcolare la media dinamica viene ridotto, regolando la sensibilità del sensore alle sue condizioni ambientali. Se l'ambiente rimane pulito per un ulteriore periodo impostato, il numero di campioni utilizzati viene nuovamente ridotto.
Tuttavia qualsiasi attività transitoria comporterà il passaggio automatico del sensore al numero massimo di campionamenti per determinare rapidamente se il transitorio rappresenta l'inizio di un incendio reale o se si tratta di un falso allarme (ad esempio vapore, cibo che brucia o fumo di sigaretta) in questo modo il sensore rimane sempre sensibile al livello corretto, in relazione alle sue condizioni ambientali.

Il multisensore ACD è l'apice di 100 anni di innovazione. Progettato per offrire il meglio nella Protezione della sicurezza della vita, è pienamente compatibile con le principali centrali per la rivelazione incendio, tra cui la nostra centrale Solution F1.
Inoltre ACD opera sul protocollo aperto Hochiki ESP, universalmente riconosciuto come robusto e affidabile, che offre libera scelta su progettazione installazione e manutenzione del sistema e quindi un controllo completo sui costi.
La qualità e le prestazioni di ACD sono certificate secondo la EN54 parte 5 parte 7 parte 26 parte 29 parte 30 e Parte 31, fornendo così assoluta tranquillità sulle prestazioni del prodotto.